menù principale per la navigazione

  1. menù argomenti correlati
  2. contenuto della pagina
  3. servizi
Siete qui: Homepage / Archivio news / Dettaglio

Pisana, delegazione internazionale insegnanti per il progetto europeo "No Barriers for Europeans"


internatavolo(iniziativa5febbraio15)05/02/15 - Una delegazione di docenti in rappresentanza del progetto Erasmus Plus "No Barriers for Europeans" ha fatto visita questa mattina alla sede del Consiglio regionale del Lazio. Il gruppo, composto da insegnanti e dirigenti scolastici di Spagna, Turchia, Portogallo, Lituania e Polonia e dell'Istituto comprensivo "L. Da Vinci - G. Rodari" di Latina, ha incontrato il presidente del Consiglio regionale Daniele Leodori e i vertici della struttura amministrativa del Garante dell'Infanzia e dell'Adolescenza del Lazio. All'incontro hanno preso parte anche una studentessa e due alunni di una scuola primaria della Turchia.

"Mi fa molto piacere partecipare a questo incontro - ha detto Leodori - perché l'obiettivo dell'iniziativa è quello di capire quale sia la qualità attuale dell'integrazione sociale e scolastica all'interno dei Paesi dell'Unione Europea e cercare di migliorarla, affinché sia sempre più vera e più forte. Dobbiamo lavorare tutti insieme perché ci sia davvero una libera circolazione degli studenti all'interno dei paesi dell'Unione, non solo per quanto riguarda corsi universitari e di specializzazione, ma anche per tutti gli altri gradi dell'istruzione e della formazione. Non ci sarà davvero un'Unione Europea senza una vera integrazione sulla formazione delle generazioni future, perché se l'istruzione e l'educazione saranno differenti da Paese a Paese, avremo Nazioni a velocità diverse. Molto - ha continuato il presidente del Consiglio regionale - è già stato fatto per ampliare le possibilità di partecipare a programmi di istruzione europei come l'Erasmus, ma molto ancora c'è da fare". Concludendo il suo saluto di benvenuto alla delegazione, Leodori ha fatto riferimento anche alla "necessità di lavorare per assicurare una piena integrazione scolastica e sociale dei ragazzi con disabilità". E in proposito ha voluto ringraziare la struttura del Garante dell'Infanzia e dell'Adolescenza, per "l'importante supporto nel garantire a tutti l'integrazione sociale e scolastica più avanzata possibile".

Al termine dei saluti istituzionali si è svolto il workshop "Qualità dell'integrazione scolastica e sociale", nel corso del quale è stato approfondito in particolare il tema dell'inclusività all'interno della scuola e della piena integrazione degli alunni con disabilità. Durante l'incontro è stato sottolineato, tra l'altro, il ruolo che le istituzioni possono svolgere nel supportare e sostenere progetti che mirano a porre le basi per una reale integrazione di bambini e adolescenti. Con l'occasione, inoltre, sono state illustrare le funzioni che la figura del Garante dell'Infanzia e dell'Adolescenza è chiamato a svolgere. Tra di esse anche quella di sostenere iniziative di inclusione dei ragazzi con disabilità e con situazioni di disagio sociale.

La visita alla sede istituzionale del Consiglio regionale rientra nel programma di iniziative che hanno coinvolto in questi giorni la delegazione straniera, ospite dell'istituto scolastico di Latina fino al 6 febbraio nell'ottica di favorire l'integrazione interculturale e la condivisione di esperienze. L'obiettivo di "No Barriers for Europeans", il programma Erasmus Plus riservato agli studenti delle scuole medie dei paesi dell'Unione europea, infatti, è quello di promuovere lo scambio culturale attraverso incontri formativi con esperti del settore e la conoscenza di contesti e realtà locali particolarmente significativi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

torna al menù